Edizioni Orientamento / Al-Qibla - Via G. Rossa 31, 42040 Campegine (RE) - - Tel. 0522 677407

 
 
Edizioni Orientamento-Al Qibla per la conoscenza dell’Islam e del Sufismo-Tasawwuf, e della Tradizione Sacra

SU

 Edizioni Orientamento-Al Qibla
 per la conoscenza dell’Islam e del Tasawwuf, e della Tradizione Sacra
in generale,
letta alla luce della Grazia muhammadiana

 

Il pellegrinaggio islamico - Guida operativa (arabo - italiano)
“Per il
Pellegrinaggio è necessario l’orientamento esclusivo (ikhlâs) ad Allah l’Altissimo. Il pellegrino deve chiedersi: “Perché sto compiendo il Pellegrinaggio? E per Chi?” Affinché i riti di adorazione siano validi, devono necessariamente essere soddisfatte due condizioni: la prima è l’orientamento esclusivo verso Allah, stando ben lontani da ipocrisia, desiderio di prestigio e di vanto. La seconda consiste nel seguire la Via del Profeta

Il Pellegrinaggio islamico - Guida operativa (arabo - italiano)
Campegine (RE) 2016, Edizioni Orientamento/Al-Qibla, pagg. 109, - € 11,00 Ordinazione Libro

Prefazione dell’editore
       Nel 2009 andai nei luoghi santi dell’Islam per il Pellegrinaggio maggiore e quello minore, nonché per la Santa Visita all’Inviato di Allah, a Medina. In quell’occasione ebbi in regalo dall’agenzia ‘Harmonia travel’ un vademecum in arabo ‘per il Hajj, la ‘Umra e la Santa Visita’, scritto da uno Sheykh che conoscevo, essendo stato Imam della moschea di Reggio Emilia, Muhammad Hammâd. Trovando tale guida assai utile, decisi di pubblicare in lingua italiana, con testo arabo a fronte, una ‘guida per il Pellegrinaggio’ che la contenesse, e che contenesse al contempo un testo tradizionale riguardante in particolare le invocazioni da rivolgere durante i sacri riti, e cioè la parte ottava del Kitâbu l-adhkâr (‘Libro delle formule di Ricordo di Allah’)1 di An-Nawawî, dedicata alle Invocazioni e alle formule di Dhikr proprie del Pellegrinaggio. Ne è risultato il pratico libretto che avete tra le mani, e che speriamo colmi degnamente un evidente vuoto, su questo tema, nel campo editoriale italiano. È bene precisare da subito che questo libro non è che un supporto operativo per il pellegrino. Per chi voglia invece approfondire lo studio dei riti del Pellegrinaggio islamico, nonché il loro significato spirituale e metafisico, non può bastare una ‘guida pratica’; gli consiglieremo piuttosto il bellissimo La dottrina iniziatica del pellegrinaggio, di Gilis, da noi pubblicato nel 2007. La prima parte della presente guida è costituita dal testo di Sheykh Hammâd di cui parlavamo, e che riteniamo assai utile; esso è presentato come nell’edizione originale a cura della ‘Harmonia travel’, salvo diverse aggiunte dell’autore, ed una revisione (comprensiva ulteriori aggiunte e di alcuni cambiamenti) con lui concordata. Nella sua concisione, questo testo ha un notevole pregio: senza pretese di esaustività dice insomma l’essenziale, lasciando il resto al rapporto indispensabile con le guide preposte ai pellegrini, e all’approfondimento personale.
      La seconda parte vuole fornire materiale per un primo approfondimento, che sarà, conformemente alla natura pratica di questa nostra guida, eminentemente ‘operativo’, dal momento che il testo di An-Nawawî riguarda soprattutto le ‘invocazioni’ profetiche, o comunque tradizionali, relative al Hajj, alla ‘Umra e alla Santa Visita a Medina: se lo vorrà, il pellegrino potrà memorizzare tali invocazioni, in modo da arricchire la propria ‘Cerca’ di Allah (tale essendo il significato etimologico della parola Hajj) con il du‘â (‘invocazione’), strumento efficacissimo per l’ottenimento dei vantaggi spirituali del Pellegrinaggio, ed assai proficuo per la concentrazione intellettuale. Tali due parti della ‘Guida pratica’ non sono in contrapposizione; esse sono piuttosto complementari, e il lettore-pellegrino potrà prendere quanto gli serve tanto dall’impostazione ‘pratica’ della prima parte, quanto dalle invocazioni esposte nella seconda. Abbiamo fatto sì che il testo in entrambi i casi fosse bilingue, con l’originale arabo a precedere, un passaggio dopo l’altro, la traduzione italiana: ciò risulterà utile sia per i Musulmani del tutto o prevalentemente italofoni (che spesso ‘masticano’ un poco di arabo, e possono così andare all’originale ed imparare le Parole benedette dei du‘â riportati), sia per quelli prevalentemente arabofoni (molti dei quali a loro volta conoscono in qualche misura l’italiano, e possono apprendere la traduzione di tali Parole sante). Che Allah accetti questo nostro sforzo, facendone strumento utile per i pellegrini alla Sua santa Casa e ai luoghi del Hajj, e per quanti visitano la Città illuminata, Medina, e la profumatissima Tomba di Muhammad, l’Inviato di Allah. E la Lode spetta ad Allah, Signore dei mondi.

1. Così è conosciuto comunemente il testo, che però An-Nawawî (autore dei Riyâdu s-sâlihîn, “I Giardini dei devoti”) intitolò più propriamente Hilyatu l-abrâr wa shi‘âru l-akhyâr fî talkhîsi d-da‘awâti wa l-adhkâri l-mustahabba fî l-layli wa n- nahâr (“L’ornamento dei pii e l’emblema dei migliori: compendio delle formule di Ricordo di Allah e delle Invocazioni raccomandate di notte e di giorno”).

Indice generale: Prefazione dell’editore - Parte prima - Breve guida al Pellegrinaggio maggiore (hajj), al Pellegrinaggio minore (‘umra), e alla santa Visita a Medina: Introduzione; Obiettivi del Pellegrinaggio; Il Pellegrinaggio maggiore (hajj) in generale; L’eccellenza del Pellegrinaggio; I ‘regimi’ del Pellegrinaggio; Il Pellegrinaggio minore (‘umra); Come si compie ; Il Pellegrinaggio maggiore (hajj) nella pratica; Proibizioni relative allo stato di sacralizzazione; Atti leciti nello stato di sacralizzazione; Ciò che deve fare il pellegrino una volta giunto a Mecca; Avvertenza importante; Il Giorno della tarwiya; Il Giorno di ‘Arafa; Il Giorno del Sacrificio, o Giorno della Festa; L’undicesimo giorno; Il dodicesimo giorno; Il tredicesimo giorno; La santa Visita a Medina, la Città del Profeta; Errori frequentemente commessi dai pellegrini; Indicazioni e consigli - Parte seconda - Le formule di Ricordo di Allah proprie del Pellegrinaggio: Cap. sull’ingresso in stato sacrale (ihrâm); Cap. sulle norme relative alla talbiya; Cap. su ciò che si dice quando si arriva nel Territorio sacro (haram) meccano; Cap. su ciò che si dice quando si vede la Ka‘ba e quando si entra nella Moschea; Cap. sulle formule di Ricordo di Allah (adhkâr) relative al tawâf; Cap. sull’invocazione presso il multazam; Cap. sull’invocazione da effettuare nel hijr; Cap. sull’invocazione all’interno della Casa; Cap. sulle formule di Ricordo di Allah da pronunciare nella settuplice corsa (sa‘y); Cap. sugli adhkâr da recitare quando si esce da Mecca per ‘Arafa; Cap. sugli adhkâr e le invocazioni raccomandati ad ‘Arafa; Cap. sugli adhkâr raccomandati nell’ifâda da ‘Arafa a Muzdalifa; Cap. sugli adhkâr raccomandati a Muzdalifa e al Mash‘aru l-harâm; Cap. sugli adhkâr raccomandati andando dal Mash‘aru l-harâm a Minâ; Cap. sugli adhkâr raccomandati a Minâ il giorno del Sacrificio; Cap. sulle formule di Ricordo di Allah raccomandate a Minâ nei giorni del tashrîq; Cap. sul ricordare frequentemente Allah dopo aver terminato il Pellegrinaggio; Cap. su ciò che si dice bevendo l’acqua di Zamzam; Cap. sulle formule di Ricordo di Allah proprie dell’addio; Cap. sulla Visita alla Tomba dell’Inviato di Allah; Cap. riguardante ciò che si dice a chi parte per il hajj e a chi torna da esso - Indice dei termini arabi - Indice tematico - Indice generale

 
 
Edizioni Orientamento Al Qibla - seguici su facebookseguici su facebook
  Archivio de "La Pagina del Venerdì"  |  Sezione in Arabo  |  Link  |  Catalogo  
  
  
    
  Edizioni Orientamento / Al Qibla - Via G. Rossa 31, 42040 Campegine (RE)
Partita IVA: 02140220357 -  Tel. 0522 677407
Edizioni Orientamento / Al Qibla www.edizioniorientamento.it