Edizioni Orientamento / Al-Qibla - Via G. Rossa 31, 42040 Campegine (RE) - - Tel. 0522 677407

 
 
Edizioni Orientamento-Al Qibla per la conoscenza dell’Islam e del Sufismo-Tasawwuf, e della Tradizione Sacra

SU

 Edizioni Orientamento-Al Qibla
 per la conoscenza dell’Islam e del Tasawwuf, e della Tradizione Sacra
in generale,
letta alla luce della Grazia muhammadiana

 

René Guénon: L'uomo e il suo divenire secondo il VedantaLo Yogi, il cui intelletto è perfetto, contempla tutte le cose come contenute in se stesso e così, per l’occhio della Conoscenza egli percepisce che ogni cosa è Atma. Egli conosce che tutte le cose contingenti non sono altro che Atma e che al di fuori di Atma nulla vi è, poiché le cose differiscono semplicemente in designazione, accidente e nome, come gli utensili terrestri ricevono diversi nomi, quantunque siano soltanto forme differenti di terra; così egli percepisce che è lui stesso tutte le cose. Quando gli accidenti sono soppressi, il Muni entra, con tutti gli esseri nell’Essenza che tutto penetra. Egli è senza qualità, senza azione, senza volizione, tutto Beatitudine, immutabile, senza forma, eternamente libero e puro. Egli è come l’Etere, diffuso dappertutto e che simultaneamente penetra l’interno e l’esterno delle cose; è incorruttibile, imperituro; egli è sempre lo stesso in tutte le cose, puro, impassibile, inalterabile. Egli è il Supremo Brahma, che è eterno, puro, libero, solo, incessantemente pieno di Beatitudine, senza dualità, Principio di ogni esistenza, conoscente e senza fine.

René Guénon: L'uomo e il suo divenire secondo il Vêdânta
Adelphi Edizioni, Milano 2009, 171 pagg.,
(in distribuzione) - € 21,00 Ordinazione Libro

Premessa dell’autore
Parecchie volte, nelle nostre precedenti opere, abbiamo manifestato il proposito di scrivere una serie di studi nei quali ci fosse possibile, secondo i casi, sia esporre direttamente certi aspetti delle dottrine metafisiche dell’Oriente, sia adattare queste stesse nel modo più intelligente e più utile, ma sempre restando rigorosamente fedele al loro spirito. Il presente lavoro costituisce il primo di questi studi: vi prendiamo in esame come punto di vista centrale quello delle dottrine indù, per ragioni che già abbiamo avuto occasione di indicare, e più particolarmente quello del Vedanta, che è il ramo più puramente metafisico di tali dottrine; beninteso ciò non ci impedirà di fare, ogni qual volta se ne presenterà l’occasione, confronti e paragoni con altre teorie, qualunque ne sia la provenienza e specialmente ci riferiremo agli insegnamenti degli altri rami ortodossi della dottrina indù nella misura in cui vengono, su certi punti, a precisare e completare quelli del Vedanta. Sarebbe tanto poco fondato rimproverarci questo modo di procedere in quanto le nostre intenzioni non sono affatto quelle di uno storico; teniamo ancora espressamente precisare, a questo proposito che vogliamo fare opera di comprensione, non di erudizione, poiché è la verità delle idee che esclusivamente ci interessa. Se abbiamo ritenuto opportuno dare referenze precise, è stato per motivi che non hanno niente in comune con le preoccupazioni speciali degli orientalisti; abbiamo soltanto voluto dimostrare che non inventiamo, che le idee da noi esposte hanno un’origine tradizionale, e fornire nello stesso tempo il mezzo, a coloro che ne fossero capaci, di riferirsi ai testi nei quali potranno trovare complementari indicazioni, poiché si intende che non abbiamo la pretesa di fare un’esposizione assolutamente completa, nemmeno su un punto determinato della dottrina.
[...]


 

INDICE GENERALE: Premessa; I - Generalità sul Vêdânta; II - Distinzione fondamentale tra il «Sé» e l'«io»; III - Il centro vitale dell'essere umano, dimora di Brahma, IV - Purusha e Prakriti; V - Purusha inalterato dalle manifestazioni individuali; VI - I gradi della manifestazione individuale; VII - Buddhi o l'intelletto superiore; VIII - Manas o il senso dell'eterno; le dieci facoltˆ esterne di sensazione e di azione; IX - Gli involucri del «Sé»; i cinque vâyu o funzioni vitali; X - Unità e identità essenziali del «Sé» in tutti gli stati dell'essere; XI - Le differenti condizioni di Âtmâ nell'essere umano; XII - Lo stato di veglia o la condizione di Vaishwânara; XIII - Lo stato di sogno o la condizione di Taijasa; XIV - Lo stato di sonno profondo o la condizione di Prâjna; XV - Lo stato incondizionato di Âtmâ; XVI - Rappresentazione simbolica di Âtmâ e delle sue condizioni mediante il monosillabo sacro Om; XVII - L'evoluzione postuma dell'essere umano; XVIII - Il riassorbimento delle facoltà individuali; XIX - Differenza delle condizioni postume secondo i gradi della Conoscenza; XX - L'arteria coronale e il «raggio solare»; XXI - Il «viaggio divino» dell'essere in via di liberazione; XXII - La liberazione finale; XXIII - Vidêha-mukti e jîvan-mukti; XXIV - Lo stato superiore dello Yogî: l'«Identità Suprema»

 
 
Edizioni Orientamento Al Qibla - seguici su facebookseguici su facebook
  Archivio de "La Pagina del Venerdì"  |  Sezione in Arabo  |  Link  |  Catalogo  
  
  
    
  Edizioni Orientamento / Al Qibla - Via G. Rossa 31, 42040 Campegine (RE)
Partita IVA: 02140220357 -  Tel. 0522 677407
Edizioni Orientamento / Al Qibla www.edizioniorientamento.it