Edizioni Orientamento / Al-Qibla - Via G. Rossa 31, 42040 Campegine (RE) - - Tel. 0522 677407

 
 
Edizioni Orientamento-Al Qibla per la conoscenza dell’Islam e del Sufismo-Tasawwuf, e della Tradizione Sacra

SU

 Edizioni Orientamento-Al Qibla
 per la conoscenza dell’Islam e del Tasawwuf, e della Tradizione Sacra
in generale,
letta alla luce della Grazia muhammadiana

 

René Guénon: Considerazioni sulla Via Iniziatica L'essenza e il fine dell'iniziazione sono, in effetti, sempre e dappertutto gli stessi; solo le modalità differiscono, per adattamento ai tempi e ai luoghi; e aggiungeremo subito, perché nessuno possa far errore, che anche questo adattamento, per essere legittimo, non deve mai essere una "innovazione", vale a dire il prodotto di una fantasia individuale qualsiasi, ma come quello delle forme tradizionali in generale, deve in definitiva sempre procedere da un'origine "non-umana", senza la quale non potrebbe esserci realmente né tradizione né iniziazione, ma soltanto qualcuna di quelle "parodie" che così frequentemente incontriamo nel mondo moderno, le quali non vengono da nulla e non portano a nulla, e che di conseguenza non rappresentano veramente, se così si può dire, se non il nulla puro e semplice, quando non siano gli strumenti incoscienti di qualcosa di ancora peggiore.

René Guénon: Considerazioni sulla Via Iniziatica
Gherardo Casini Editore, 304 pagg.,
(in distribuzione) - 16,90 Ordinazione Libro

Abbiamo osservato in precedenza che l'iniziazione propriamente detta consiste essenzialmente nella trasmissione di una influenza spirituale, trasmissione che può soltanto effettuarsi per il tramite di una organizzazione tradizionale regolare, sicché non si può parlare di iniziazione al di fuori del collegamento ad una tale organizzazione. Abbiamo precisato che la «regolarità» doveva essere intesa come escludente tutte le organizzazioni pseudo-iniziatiche, vale a dire tutte quelle che, qualunque siano le pretese e le apparenze di cui si rivestono, non sono effettivamente depositarie di alcuna influenza spirituale, e per conseguenza non possono in realtà trasmettere nulla. È allora facile comprendere l'importanza capitale che tutte le tradizioni attribuiscono a ciò che è designato come la «catena» iniziatica (1), vale a dire ad una successione che assicuri in maniera ininterrotta la trasmissione di cui si tratta; infatti, al di fuori di questa successione, l'osservanza stessa delle forme rituali sarebbe vana, mancandovi l'elemento vitale essenziale alla loro efficacia. Ritorneremo più specialmente in seguito sulla questione dei riti iniziatici, ma fin d'ora dobbiamo rispondere ad una obbiezione che può presentarsi: questi riti, si dirà, non hanno per sé stessi una efficacia che sia loro inerente? Ne hanno infatti una, poiché se non fossero osservati, o se fossero alterati in uno qualsiasi dei loro elementi essenziali, nessun risultato effettivo potrebbe essere ottenuto; ma, se questa è in tal modo una condizione necessaria, non è tuttavia sufficiente, e bisogna inoltre, perché questi riti abbiano il loro effetto, che siano compiuti da coloro che hanno qualità per adempierli. Ciò d'altronde non è affatto particolare ai riti iniziatici, ma s'applica anche ai riti di ordine exoterico, per esempio ai riti religiosi, che hanno ugualmente la loro efficacia, ma che neanche possono essere validamente compiuti da uno qualsiasi; in questo modo, se un rito religioso richiede una ordinazione sacerdotale, colui che non ha ricevuto questa ordinazione potrà ben osservare tutte le forme ed anche apportarvi tutta l'intenzione voluta (2), non riuscirà ad ottenere alcun risultato, poiché non è il portatore dell'influenza spirituale che deve operare prendendo queste forme rituali per appoggio (3). [...]


 

INDICE GENERALE: Premessa; I - Via iniziatica e via mistica; II - Magia e misticismo; III - Errori diversi concernenti l'iniziazione; IV - Sulle condizioni dell'iniziazione; V - Della regolarità iniziatica; VI - Sintesi e sincretismo; VII - Contro il miscuglio delle forme tradizionali; VIII - Della trasmissione iniziatica; IX - Tradizione e trasmissione; X - Dei centri iniziatici; XI - Organizzazioni iniziatiche e sette religiose; XII - Organizzazioni iniziatiche e società segrete; XIII - Del segreto iniziatico; XIV - Delle qualificazioni iniziatiche; XV - I riti iniziatici; XVI - Il rito e il simbolo; XVII -Miti, misteri e simboli; XVIII - Simbolismo e filosofia; XIX - Riti e cerimonie; XX - A proposito di «magia cerimoniale»; XXI -Dei pretesi «poteri» psichici; XXIII - Sacramenti e riti iniziatici, XXIV - La preghiera e l'incantazione, XXV - Le prove iniziatiche, XXVI - La morte iniziatica; XXVII - Nomi profani e nomi iniziatici, XXVIII - Il simbolismo del teatro; XXIX - «Operativo» e «Speculativo»; XXX - Iniziazione effettiva e iniziazione spirituale, XXXI - L'insegnamento iniziatico; XXXII - I limiti del mentale; XXXIII - Conoscenza iniziatrice e «cultura» profana; XXXIV - Mentalità scolaresca e pseudo-iniziazione; XXXV - Iniziazione e «passività»; XXXVI - Iniziazione e «servizio»; XXXVII - Il dono delle lingue; XXXVIII - Rosa-Croce e Rosicruciani; XXXIX - Grandi misteri e piccoli misteri; XL - Iniziazione sacerdotale e iniziazione regale; XLI - Qualche considerazione sull'ermetismo; XLII - Trasmutazione e trasformazione; XLIII - Sulla nozione dell'Êlite; XLIV - La gerarchia iniziatica; XLV - L'infallibilità tradizionale; XLVI - Su due motti iniziatici; XLVII - «Verbum, Lux et Vita»; XLVIII - La nascita dell'«Avatâra»

 
 
Edizioni Orientamento Al Qibla - seguici su facebookseguici su facebook
  Archivio de "La Pagina del Venerdì"  |  Sezione in Arabo  |  Link  |  Catalogo  
  
  
    
  Edizioni Orientamento / Al Qibla - Via G. Rossa 31, 42040 Campegine (RE)
Partita IVA: 02140220357 -  Tel. 0522 677407
Edizioni Orientamento / Al Qibla www.edizioniorientamento.it